CURCIO (ASS. SAPAR): “BISOGNA AUMENTARE LA SICUREZZA DEGLI APPARECCHI COMMA 6 PER TUTELARE LEGALITÀ, GETTITO ERARIALE E I GIOCATORI STESSI. VA RICONOSCIUTO, PERÒ, IL RUOLO DEL GESTORE ALL’INTERNO DELLA FILIERA”

 

“In questo momento di profonda crisi del comparto giochi, sarebbe utile convogliare parte degli sforzi degli operatori e delle Istituzioni nella ricerca di soluzioni tecniche tendenti ad aumentare la sicurezza degli apparecchi comma 6, al fine di favorire il consolidamento del gettito erariale, emarginare il gioco irregolare e tutelare attraverso una serie di garanzie il giocatore stesso”. È questa la posizione condivisa dell’Associazione Nazionale Sapar (Sezione Apparecchi per le Pubbliche Attrazioni Ricreative), che tramite il presidente Raffaele Curcio ricorda che “gli apparecchi attuali sono collegati alla rete telematica del concessionario e monitorati giornalmente, con previsioni di controllo che se correttamente verificate ed analizzate da parte dei concessionari, non lasciano possibilità alcuna, se non marginale, di illegalità”.

Con la Delega Fiscale quasi completata e le ricorrenti voci di un testo in molti passi estraneo alle logiche e dinamiche del settore giochi, Curcio ribadisce con forza che “bisogna operare nel rispetto e nel riconoscimento del ruolo delle aziende di gestione, che vanno tutelate in tutti i livelli occupazionali. Ma soprattutto è necessario garantire i ruoli di controllore e controllato, senza sovrapporre gli uni con gli altri; e questo è un principio che dovrebbe essere fermamente tutelato in uno stato di diritto”.

Ricorda infine il presidente Sapar che è “necessario mantenere un’offerta di gioco alternativa, così da garantire il giocatore ed avere una diversa gamma di prodotti che risultino dotati di un’aggressività meno spinta rispetto alle VLT.  Ma soprattutto questi apparecchi dovrebbero funzionare tramite l’introduzione di monete di piccola pezzatura, così da garantire al giocatore la percezione di quanto denaro sta spendendo. Voglio ricordare, infine, che eventuali aumenti non ponderati sul prelievo dagli apparecchi portano a illegalità e instabilità, mettendo a rischio prelievo erariale e tenuta delle aziende di settore”.

 

Fonte: www.sapar.info

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

RIMANI INFORMATO ISCRIVITI !!

Nome

Cognome

@mail


Autorizzo il trattamento dei dati.

© 2017 Copyright Tokens S.r.l. - Via Cesare Battisti, 115 - 24062 Costa Volpino (BG) Tel. +39 035 973215 - Fax +39 035 970889 P.I. 03060140161 - Email : info@tokens.it