Chiarimento sulle registrazioni relative ai compensi derivanti dagli Apparecchi da Intrattenimento di cui all’art. 110 Tulps comma 6 installati presso esercizi pubblici ed altri luoghi autorizzati

attivita_licenza_comm_in_vendita_bergamo_bg_100633217703506482Le disposizioni normative che disciplinano la materia sono state negli ultimi tempi sottoposte a numerose modifiche, la presente vuole pertanto fare chiarezza in merito al tema della registrazione dei compensi derivanti dagli Apparecchi da Intrattenimento installati presso gli esercizi autorizzati.

Premettiamo che l’installazione degli apparecchi di cui ai commi 6 e 7 è consentita esclusivamente negli esercizi commerciali o pubblici o nelle aree aperte al pubblico ovvero nei circoli privati ed associazioni autorizzati ai sensi degli articoli 86 o 88, nel rispetto delle prescrizioni tecniche ed amministrative vigenti.

Qualsiasi esercente che percepisce compensi sugli apparecchi previsti dall’articolo 110, comma 6 del TULPS è tenuto a comunicare gli importi di tali operazioni ai fini delle imposte dirette ed indirette.

Ogni qualvolta avviene una operazione di scassettamento da parte del Gestore, viene redatto un’apposita ricevuta dalla quale è possibile evincere le seguenti informazioni:

a. estremi del gestore e dell’Esercente;

b. data e luogo di redazione;

c. somma rinvenuta in cassetta;

d. quota parte trattenuta dall’Esercente;

e. quota parte trattenuta dal Gestore.

 

Tali ricevute (rendicontazione per cassa), debitamente sottoscritte dai soggetti presenti (Esercente e Gestore), consentono pertanto di avere una puntuale contezza delle operazioni di scassettamento e di fornire una valida documentazione delle relative operazioni. Tali ricevute rilasciate all’Esercente devono essere man mano consegnate al commercialista e registrate nella contabilità aziendale.

Oltre a ciò il Concessionario provvederà a mettere a disposizione dell’Esercente i dati relativi alle somme di spettanza degli stessi (rendiconti bimestrali) e produrrà un estratto conto annuale a favore di ognuno degli Esercenti, con indicazione relativa alle somme di spettanza degli stessi in ragione del contributo apportato all’attività di raccolta.

Tale estratto conto annuale, calcolato per competenza e inviato dal Concessionario all’Esercente nei primi mesi dell’anno successivo al periodo di pertinenza, indica l’importo di spettanza di ognuno e dovrà essere considerato come dato certo al fine dell’effettuazione della corretta registrazione delle ricevute rilasciate durante l’anno dal Gestore.

Per effettuare una corretta contabilizzazione delle somme percepite dall’Esercente sarà necessario conguagliare l’ultimo verbale di incasso dell’anno terminato o il primo verbale d’incasso del nuovo anno (rilasciato dal Gestore) sulla base degli importi evidenziati nella distinta inoltrata dal Concessionario per equiparare la cifra indicata sull’estratto conto annuale con il totale dei verbali rilasciati dal Gestore durante l’anno.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

RIMANI INFORMATO ISCRIVITI !!

Nome

Cognome

@mail


Autorizzo il trattamento dei dati.

© 2017 Copyright Tokens S.r.l. - Via Cesare Battisti, 115 - 24062 Costa Volpino (BG) Tel. +39 035 973215 - Fax +39 035 970889 P.I. 03060140161 - Email : info@tokens.it